Vai al contenuto

Hai un problema di pelle che non riesci a risolvere? Chiedi consiglio agli esperti DermaClub!

Foto

Airol


  • Per cortesia connettiti per rispondere
3 risposte a questa discussione

#1 Mina1152

Mina1152
  • Utenti registrati
  • 6 messaggi

Inviato 18 April 2017 - 07:07 PM

Buonasera
Il test da fare prima d'iniziare l'Airol dove va fatto, su una piccola porzione di pelle del viso o all'interno del braccio? È sufficiente qualche ora o è meglio testarlo tutta la notte?
Cordiali saluti
Grazie 🙂

#2 DermaClub Staff

DermaClub Staff
  • Moderatori
  • 775 messaggi

Inviato 18 April 2017 - 10:46 PM

Gentile, Airol è un farmaco usato da adolescenti da decine di anni senza molti problemi tuttavia se si vuole conoscere la propria sensibilità cutanea al prodotto basta frizionarne alcune gocce su un area qualsiasi del volto  (  non le palpebre) e vedere nei giorni seguenti cosa succede. Di norma si instaura una fine desquamazione che termina dopo due o tre giorni dall'applicazione. Se invece compare rossore/bruciore , che si spegne spontaneamente senza danni alla pelle, significa che siamo ipersensibili al farmaco e quindi occorre utilizzarne meno di quanto consigliato. Un caro saluto MMxDC



#3 Mina1152

Mina1152
  • Utenti registrati
  • 6 messaggi

Inviato 19 April 2017 - 06:07 AM

Buongiorno
Gentile professore mi scuso se mi dilungo, l'applicazione va fatta la notte e poi lavata al mattino o va tenuta per tutto il giorno?
Altro quesito, ho letto guardando il sito del dermaroller, della tecnica del PRP, mi pare sia questo l'acronimo, praticamente quella tecnica che dopo aver prelevato del sangue questo viene centrifugato e poi iniettato come si fa con l'acido Ialuronico.
Volevo un suo parere.
Molte grazie

#4 DermaClub Staff

DermaClub Staff
  • Moderatori
  • 775 messaggi

Inviato 19 April 2017 - 02:21 PM

Gentile Mina, l'Airol si applica alla sera e alla mattina è completamente assorbito e basta sciacquare il volto con acqua. La tecnica PRP basa la sua presunta azione sulla liberazione di fattoti di crescita da parte delle piastrine  concentrate e iniettate nella pelle.  In realtà non avviene alcunchè probabilmente perchè le piastrine, che normalmente stanno nei vasi sanguigni, anno bisogno di stimoli particolari per attivarsi cosa che non succede se iniettate nel derma. Inoltre questa metodica è ritenuta a rischio di effetti collaterali data la difficoltà di maneggiare il sangue in ambiente non adatto come uno studio medico da cui anche una implicazione medicolegale. Sconsigliato. Un caro saluto MMxDC






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi