Jump to content

nanno2016

Utenti registrati
  • Content Count

    17
  • Joined

  • Last visited

About nanno2016

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. nanno2016

    Verruche recidivanti

    Purtroppo, nessun dermatologo me ne aveva parlato. Dunque sul dorso mani e' la stessa cosa?
  2. nanno2016

    Verruche recidivanti

    Sto seguendo I vostri consigli e non sto applicando nulla. Vorrei chiedere se la stessa situazione di ipercheratosi puo verificarsi sul dorso delle mani e anche del piede. Affiorano I soliti noduletti e anche qui applicando acido salicilico e asportando la formazione, rimane un buchino. Come distinguere dalle verruche? Grazie per l'attenzione e la pazienza
  3. nanno2016

    Verruche recidivanti

    Ma nella foto ci sono degli avvallamenti, io ho il problema opposto
  4. nanno2016

    Verruche recidivanti

    Capisco di aver avuto gia' delle risposte, pero' ripeto, il mio problema non e' quello delle foto, questi noduli di fatto ci sono alcuni incassati e altri sporgenti, tipo calletti. Per tranquillizzarmi devo capire
  5. nanno2016

    Verruche recidivanti

    Gentili dottori, Mi rivolgo a voi ancora una volta sempre per lo stesso dubbio. Continuo a notare sia sul dorso delle dita delle mani, sia sui lati, sia sul palmo, sia vicino le unghie, delle perline che si frappongono tra i dermatoglifi o che sembrano noduletti sottocutanei, delle piccole capsule. Se cerco di farle venire via dopo aver applicato acido salicilico rimane un buchino. Dal momento che e' una caratteristica diffusa alle mani e le ho avute anche ai piedi, e trattate come verruche forse sbagliando (me lo auguro), la domanda e': ci possono essere delle papille dermiche piu' grandi che assumono questo aspetto e possono essere confuse con le verruche? Se le guardo con una lucina appaiono come un'ombra nera sotto cute. Puo' essere la normalita' della mia pelle? La mia paura maggiore e' di contagiare il mio bimbo. Preciso che l'aspetto della pelle non e' come quello delle foto da voi sopra allegate, ma normale, solo con queste nodularita'. Grazie
  6. nanno2016

    Allergia o dermatite atopica?

    La ringrazio per le risposte sempre tempestive; volevo ancora chiedere se puo' essere un tic quello del grattarsi. Il sospetto mi viene perche' mio figlio si gratta e si spela tutte le dita della stessa mano usando il pollice e con l'indice gratta il pollice. Stessa cosa su entrambe le mani, quindi strano. Per capire qualcosa il pediatra ha prescritto 8 gocce di ceteris al giorno, per 10 giorni. Dunque, per il pediatra se continuera' a grattarsi con l'antistaminico si tratta di tic. Per questo chiedo di nuovo se puo' essere comunque DA in mancanza di aree desquamate (queste ci sono, ma sulle gambe e non gravi). Dove si gratta la pelle e' diventata marrone. Puo' essersi sovrapposta infezione? Purtroppo, tra pediatra e dermatologo...non se ne esce.
  7. nanno2016

    Allergia o dermatite atopica?

    Buonasera, riprendo questa discussione perche' mio figlio continua a grattarsi ovunque, da ultimo anche I piedi, ma le zone dove si procura lesioni sono mani e piedi. Il punto e' questo: siccome le lesioni sono successive al grattamento e non precedenti e che quindi la pelle se non si grattasse sarebbe integra, mi chiedo se possa essere altro, se puo' esserci DA senza aree desquamate, ma solo con prurito diffuso che poi a mani e piedi porta alle lesioni di cui in foto. Ci sono analisi che possano aiutare a capire? Ultimamente, e' risultata la ves a 56, ma aveva avuto sia febbre e influenza e poi (quando ha fatto analisi) raffreddore dell'anca. Ma questo prurito mi sembra strano e mi preoccupa, anche perche su queste lesioni potrebbe sovrapporsi infezione. Il pediatra ha consigliato ceteris gocce, ma ancora non le ho date perche' piu' che reprimere il prurito vorrei capirne la causa. Se puo'servire, gli eosinofili non sono aumentati. Grazie per l'attenzione.
  8. Mio figlio che ha 32 mesi, da due mesi si gratta le mani procurandosi lesioni, ora sono comparse chiazze rosa desquamate dietro la coscia e si gratta anche li'.avverte anche prurito al naso, ai piedi e si sfrega gli occhi, sbatte continuamente le palpebre, si gratta anche al collo e rimangono dei segni rossi. Il dermatologo ha prescritto topialyse baume intensif, ma il prurito persiste. Vorrei evitare il cortisone. Ho a casa la crema due s;visto che ha risolto il prurito da disidrosi di mio marito, potrebbe andar bene da usare dove sente prurito mio figlio? Altrimenti cosa posso usare per frenare questo prurito ? Aveva gia' avuto manifestazioni di dermatite atopica intorno agli 8 mesi, ma senza questo prurito e poi si e' risolta. Adesso invece lo vedo soffrire ed e' irrequieto. Io e mio marito siamo entrambi allergici e sembrerebbe esserlo anche il bambino. Ho letto le indicazioni sul sito, ma non lavarlo mi riesce davvero impossibile, anche se solo a pezzi, portando il pannolino, devo lavarlo. Certamente, non fa la doccia tutte le sere. Sarebbe utile l'indicazione dei prodotti piu'appropriati per l'igiene e la gestione del prurito. Grazie per l'attenzione.
  9. nanno2016

    Cicatrici da acido tricloroacetico

    Pensavo che il laser potesse essere una soluzione, so che viene usato per le cicatrici da acne. Glicocrema che risultati puo' ottenere? Vorrei cercare di schiarirle in vista dell'estate. Con l'esposizione al sole potrebbero peggiorare?
  10. Salve, vorrei sapere se e in quale modo (laser, cosmetici) e' possibile correggere le macchie sulle caviglie lasciate da acido tricloroacetico usato per le verruche. Grazie
  11. nanno2016

    Papule mano bambino

    Buongiorno, al mio bambino (2 anni e mezzo) compaiono da questo autunno delle papule che poi scompaiono. Il dermatologo ne ha vista una (quella sul dorso, foto n.2), ha detto che non e' verruca, ma non mi ha detto cosa altro fosse. Poi e' sparita in pochi giorni.Dal momento che ne escono spesso, su entrambe le mani e io mi allarmo pensando alle verruche, vorrei capire di cosa si tratta. Si gratta le mani ultimamente, si e' anche procurato delle lesioni. Potrebbe essere allergia? Ha altri sintomi (prurito naso, testa, segni rossi a seguito grattamento). grazie per l'attenzione.
  12. nanno2016

    Verruche recidivanti

    Sono basita e disorientata, mi chiedo come nessuno degli specialisti consultati possa aver ipotizzato questa diagnosi. Non vorrei che le immagini fossero fuorvianti perche' appunto scattate sulla parte trattata con acido tricloroacetico e anche verucid. La paziente di cui alla foto da lei allegata presenta delle depressioni al palmo, io presento isolate perline sottocutanee, che talvolta affiorano in superfice. E' possibile che si tratti di questa patologia, unitamente alle verruche che di sicuro ho avuto e forse continuo ad avere. Ma il palmo della mia mano, come la pianta del piede (salve le lesioni dovute agli acidi) hanno un aspetto normale e queste formazioni si notano solo guardando con attenzione con la luce tagliente. Gli acidi che applico da un anno possono aver contribuito a questa cheratodermia? E' una patologia grave?come si cura? Puo' esordire con un puntino rosso come succede a me? Purtroppo, per timore delle verruche sto trascurando l'idratazione per evitare di diffonderle e per cattiva abitudine bevo poco, direi quasi nulla. Non so se puo' rilevare. Grazie per la tempestivita' delle riposte. Saluti
  13. nanno2016

    Verruche recidivanti

    L'immagine e' difficile purtroppo riprodurla proprio perche sono formazioni piccole incassate non riescono a essere captate in foto e, al momento, sono alterate dagli acidi. Allego comunque delle immagini per rendere l'idea di come si presenta la pelle. L'immagine che ritrae l'incavo del piede trattata con acido tricloroacetico e' quella con le macchie scure, poi c'e' una foto del dito medio, dove c'era una "verruca" profonda che non veniva via e che appunto si e'manifestata inizialmente come un puntino rosso e sensazione di puntura. Io spero che non siano davvero verruche, ma se cosi non fosse, perche rispuntano sempre? E in ogni caso, al dorso mani, sopra il tallone, erano sicuramente verruche perche avevano l'aspetto calloso dentellato. Altro dubbio:se non fossero verruche, come mai residua un puntino nero quando riesco a portar via queste "palline", quasi fosse una radice? Alcune di queste formazioni poi esordiscono con un dolore tipo puntura e si nota un puntino rosso con sotto questa pallina. Sulla superfice interrompono le linee della pelle e sono di consistenza cornea e trasparenti. Quando riesco ad asportarle, in sede rimane il vuoto dove erano "accomodate". La patologia da lei ipotizzata dovrebbe coinvolgere tutto il palmo di mani e piedi, giusto? Il mio problema invece riguarda si diffusamente mani e piedi ma e' localizzato (ad esempio, qualche dito mani e piedi, incavo di un piede), non si estende a tutta la superfice palmoplantare. Inoltre, una malattia genetica avrebbe dato segni cosi tardivi a 37 anni?riguardo le terapia immunostimolanti, a questo punto sono preoccupata vista la quantita' di integratori assunta. Che problemi danno?Mi aiuti a vederci chiaro perche'questo problema ha inciso profondamente sulla mia serenita' e su quella familiare. Grazie
  14. nanno2016

    Verruche recidivanti

    Da marzo 2018 curo senza successo verruche alle mani con diverse terapie, da quelle casalinghe (duofilm, acido tricloroacetico) verucid, tintura madre di thuya, tintura madre di celidonia), alla crioterapia al laser, alla dtc. Si presentano come verruche palmari diffuse, molto dure (sembrano delle perle) e incassate, che si sviluppano verso l'interno, perciò non sempre facilmente apprezzabili dai medici che più di una volta non le hanno notate. La stessa tipologia ho avuto sui lati interni dei piedi, nell'incavo, una sul lato esterno e alcune sopra il tallone. Sembrano impenetrabili dalla medicine e percio' devo insistere talmente tanto da avere mani e piedi pieni di cicatrici. Altre comparse sul dorso mani hanno un aspetto diverso e vanno via molto piu' facilmente. Per bocca ho assunto diversi integratori (verrulix, verruxine, macrocea, immugen, btotal immuno plus) che mi lasciavano ben sperare anche dopo aver letto diverse testimonianze di successo, ma purtroppo non hanno sortito gli effetti sperati. Ho assunto anche viruxan per circa un mese, una bustina al di' e seguo una terapia omeopatica. La prima verruca l' ho avuta in eta' scolare da bambina, mai trattata ed e' scomparsa ma ne rispuntava sempre un'altra in un altro punto della mano. Nel 2016 ne ho trattata una con kerafilmver ed e' guarita in 5 gg. Dal momento che si ripresentano ciclicamente, non appena inizio a credere di essere guarita le ritrovo, e' possibile che io debba convivere a vita con questo problema? E' possibile guarire? Ci sono delle analisi che aiutino a capire un eventuale problema del sistema immunitario? E' un problema che incide molto sulla qualita' della vita, ho un bambino piccolo che sono costretta a lavare con i guanti per evitare il contagio. E' un accorgimento necessario secondo voi? Ho la fobia di toccarlo, di prenderlo per mano, anche perche' questa estate lui le ha avute al piede. Inoltre, anche per la mia igiene personale uso sempre i guanti. Devo ritirare in farmacia la soluzione di acido salicilico nella formula da voi consigliata, e' adatta a trattare questa tipologia di verruche? Quante volte devo applicare? Devo usare bendaggi o cerotti x coprire la parte? Come evitare le recidive? Poi non ho mai capito se durante il trattamento delle verruche e' possibile bagnarle se lesionate e sanguinanti oppure questo comporta la diffusione del virus. Scusate la lungaggine, ma e' un problema che mi assilla da troppo. Saluti
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.