Jump to content

Alessandro86

Utenti registrati
  • Content Count

    6
  • Joined

  • Last visited

About Alessandro86

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Buongiorno. Ho purtroppo aggiornamenti “negativi”. Negativi nel senso che sono resistito 9 giorni alla “crisi d’astinenza” andando con una condizione sempre peggiorando. Il viso ormai ridotto una crosta unica si sostituiva con altre croste prima essudanti. Il collo era ormai ridotto a pelle viva sanguinante che non cicatrizzava di dolore estremo. L’80% del mio corpo e in eczema. Ovviamente il prurito e non dormire. Pur concordando con la linea teorica del dottor monti, e come visto altri casi sul forum e su ITSAN.org, sono passato nel giro di due settimane da un 33enne in buona forma in un allettato con 5 kg in meno. Per la mia opinione quello era il limite della tolleranza e della sopportazione, quantomeno quella che possa fornire in questo momento. mi sono fatto accompagnare ad un pronto soccorso dermatologico dove ovviamente la cura è stata cortisonica, ma che ho accettato vista la vastità, il dolore e l’importanza del problema. Ringrazio comunque dottor Monti e il forum perché sono sicuro che su parti meno estese o con una reazione meno devastante non avrei sicuramente mollato, credendo davvero che è possibile vivere meglio senza cortisone. nella speranza di riprovarci in futuro senza impattare nuovamente in questa reazione esagerata, ora che ho appreso consigli e modi. una buona giornata a tutti ale
  2. Menomale che ho scritto il post per farmi forza.. sono gia in crisi! mi si staccano pezzi di pelle dalle palpebre, ma la pelle nuova “nn è ancora pronta” ed essuda.. e l’acqua nemmeno in cartolina, solo lenzuolo super strizzato di permanganato i centimetri di pelle sana sono sempre meno, anke sulle gambe.. spero finisca l’astinenza e possa vedere anche un minuscolo miglioramento che mi dia morale e fiducia
  3. Buongiorno. Qualche mese fa avevo iniziato un post per dermatite dopo utilizzo di ossido di zinco...devo ammettere che dopo 10 giorni avevo mollato.. ed ero tornato alle mie creme, alcune con cortisone.. successivamente il rossore non è diminuito, anzi, si è esteso al resto del volto. Cosi, giovedi scorso ho deciso di interrompere tutto. Solo lavaggio a secco con permanganato come illustrato sul sito. devo dire che in 6 giorni la situazione è precipitata. Ho il viso gonfio, secco, crostoso. E anche il resto del corpo, ne parti che in passato hanno avuto a che fare col cortisone (ovunque).. sono devastate..croste, prurito continuo.. sono uscito da poco dalla visita dal prof Monti. In realtà sapevo già cosa mi avrebbe detto, anke se in cuor mio speravo in una medicina o una crema “magica”.. ma non ci sono.. si va avanti cosi.. permanganato fatto bene.. e pazienza.. tanta pazienza.. sinceramente nn ho voglia di soffrire come in questi giorni, e di farlo per chissà quanti altri. Ma non c’e alternativa. Probabilmente già domani o tra qualche ora vorrò strapparmi la pelle o cercare del cortisone.. ma sarebbe solo rientrare in un circolo vizioso.. mi fido, ok, ci provo! Mi fido del prof Monti, dice che ognuno di noi guarirà. Avevo iniziato a contare i giorni sul calendario per vedere l’apice e il lento miglioramento..ma non ha senso, ognuno di noi ha storie diverse. sto scrivendo per voi, ma soprattutto per me.. xke quando vorrò mollare dovrò riaprire questa pagina.. vi aggiorno e sicuramente chiederò aiuto grazie ale86
  4. Mando aggiornamento a circa 2 settimane dal fattaccio si continua a non bagnare e non applicare creme. la situazione attuale non presenta gonfiore clamoroso ( ad esclusione della prima mattina, ma accettabilissimo), ma ancora un leggero rossore tendente al rosa in un quadro di importante secchezza (che quindi porta al prurito) e “increspature” della pelle. Le palpebre superiori non sono ancora completamente cicatrizzate ma credo manchi qualche giorno. La desquamazione è ancora rilevante e sembra continuare... la fase piu dura e critica di 10 gg fa (che fatica resistere al metterci sopra qualcosa!) credo di averla superata. Ora è più un fastidio rispetto al dolore..per il secco e la desquamazione. si continua col non far nulla, no acqua no creme? grazie!
  5. Scrivo aggiornamento ad una settimana dal fattaccio. Rispetto alla foto allegata in rossore è diminuito, mentre un po alla volta si staccano piccoli pezzetti di pelle della palpebra in un quadro di importante secchezza. Il mio cruccio riguarda la zona di piega della palpebra (ad occhio aperto). Durante il giorno persiste una sensazione di "bagnato" credo dovuta ai fattori di cicatrizzazione, infatti la pelle risulta "aperta" quindi "viva".. di notte tende a cicatrizzare, ma di giorno con l'apertura e lo sbattere delle palpebre, si riapre continuando ad essere bagnata nel corso del giorno. Come riuscire ad ottenere un acicatrizzazione in quella zona viste le problematiche?! Grazie Alessandro
  6. Buongiorno ho da poco scoperto il vostro forum. E dopo aver seguito per un po, purtroppo mi tocca una domanda in prima persona. sono un atopico di 33 anni. Dopo aver fatto i vari test e provato le classiche cure (quindi sbagliate, cortisone ecc...) sin dalla tenera età, tendenzialmente riesco a gestire la dermatite in maniera accettabile senza utilizzo del cortisone (se disperato una puntina sugli arti ma mai sul volto). Purtroppo settimana scorsa credo di aver sbagliato con la gestione della pasta di lassar modificata (senza acido salicilico). Avendo un rossore sulle palpebre ne ho applicata (credo troppa) visto che di solito avevo beneficio. Ma nel giro di due notti è esplosa la reazione: occhi rossi, gonfi, estremamente irritati. allora ho iniziato subito a non far piu nulla, ad esclusione del lavaggio alla mattina con permanganato. Dopo un’importante reazione esfolliativa, ora permane edema, gonfiore e rossore, tali da rendere impossibile aprire gli occhi appena sveglio! (Già con pelle normale l mattina son sempre gonfietti) questa la situazione al giorno 5. ho letto tutte le pagine del sito, e le altre discussioni in merito. mi chiedevo, dopo l’importante desquamazione, alla presenza di gonfiore e rossore la soluzione è continuare a fare nulla? quando tornerà la possibilità di applicare qualcosa? E nel caso specifico: dermictiol, lenitiva o emolliente estremo? grazie mille alessandro
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.