Jump to content

Giulia__

Utenti registrati
  • Content Count

    10
  • Joined

  • Last visited

About Giulia__

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Grazie mille Prof. Monti, ero sempre io con l'account di mio marito. E' grazie a lui che vi ho conosciuto e che ho imparato a usare meno prodotti per la pelle, spesso inutili e solo costosi. Grazie ancora!
  2. Gentile Prof. Monti, Le scrivo per avere chiarimenti in quanto sono molto preoccupata. Ho un bambino di 6 mesi e poiché sia io, sia mio marito, soffriamo di herpes labiale, mi chiedo quale sia il rischio di contagiarlo. Abbiamo entrambi il tipo HSV1 (avevamo fatto le analisi specifiche anni fa). Ovviamente ci asteniamo nel baciare sulla testa il bambino, nel caso in cui abbiamo delle lesioni alle labbra, ma quello che vorrei sapere se c'è il rischio di poterlo contagiare nel fare le cose di normale routine, per es. nel cambiarlo, lavarlo, mettere la crema sul sederino, insomma tutte le cose di normale cura. Vorrei sapere se i contatti indiretti su superfici, possono essere a rischio . Per es. una persona si tocca l'herpes, poi tocca una superficie che viene a contatto subito dopo con il bambino. Inoltre, negli ultimi mesi, già dall'inizio della pandemia, ho iniziato ad avere problemi alle mani. Utilizzo la base lavante Most per lavarle, ma a causa anche dell'utilizzo dei gel alcolici mi si fessurano le dita, spesso con tagli sui polpastrelli e nocche. Ho sviluppato il terrore di potermi auto contagiare sulle mani con l'herpes e quindi poi contagiare il bambino. Posso auto contagiarmi, sia con contatto diretto per es. toccando l'herpes sulle labbra, con le dita fessurate, oppure venendo a contatto con superfici contaminate? Sono molto in ansia, la prego di scusarmi per le tante domande.
  3. Ah perfetto, avevo inteso male. Quindi si riferiva sempre a Unguento ai PEG nei suoi vari utilizzi, nel messaggio precedente. Grazie Professore.
  4. Gentile Prof. Monti se ho capito bene quindi: Unguento ai PEG per cicatrizzare i taglietti e da mettere la notte per prevenire ristagni di saliva. Posso stare tranquilla, è ben tollerato se lo metto tutte le notti? Unguento Emolliente estremo da mettere durante le cure odontoiatriche. È corretto? Grazie ancora !
  5. Buongiorno Prof. Monti, mi accodo a questo post perché sto effettuando una lunga cura dal dentista e purtroppo ho taglietti agli angoli della bocca proprio per il traumatismo meccanico. Anche il mio dentista ne soffre e mi ha confermato quello che dice Lei. Bisogna prestare la massima attenzione agli ingredienti dei dentifrici visto che soprattutto quelli sbiancanti ecc, contengono tensioattivi aggressivi oltre ad allergeni. Vorrei sapere se può essere utile utilizzare l'Unguento ai Peg oltre per cicatrizzare, anche come prevenzione per le cure odontoiatriche. Inoltre, durante la notte per evitare che la saliva ristagni agli angoli della bocca, va bene utilizzare l'Unguento ai Peg? Grazie mille!!!
  6. Gentile Dottore, ho cercato di seguire i suoi consigli per quanto possibile. Ho anche letto le domande di altri utenti e ho visto che consiglia i guanti in nitrile per evitare di stare troppo a contatto con l'acqua e per evitare di sporcare le mani per poi doverle rilavare. Volevo sapere se vanno bene anche i guanti usa e getta in pvc (polietilene) visto che quelli in nitrile al momento hanno dei costi improponibili. Essi proteggono dal contatto con acqua e virus ecc? È chiaro che questi certamente vanno usati una volta e basta mentre con quelli in nitrile/ lattice ho avuto modo di poterli riutilizzare lavandoli. Grazie mille
  7. Uso la base lavante eudermica per lavarmi i capelli e mi trovo bene (la diluisco in mezzo bicchiere d'acqua calda). Quindi, posso utilizzare la crema emolliente per poter detergere il viso e per lo struccaggio. Ho pensato che la stessa crema emolliente, potrebbe utilizzarsi anche per altre aree delicate, es. parti intime. Proprio per evitare di seccare già alcune zone. Chiaramente scusate la domanda ingenua, se mi faccio il bidet con acqua e crema emolliente, non è necessario poi rilavarmi le mani con la base lavante eudermica? Lo chiedo perché è inevitabile che le mani vengano lavate troppo spesso, e l'utilizzo dei guanti non sempre è possibile. Faccio bene a fare così? Grazie ancora
  8. Gentili Dottori, ho 30 anni e sin dall'infanzia ho una pelle molto sensibile. Ho frequentato per anni la piscina senza problemi, ma ultimamente ho notato che è davvero forte il fastidio, misto al prurito, su tutto il corpo, una volta uscita dall'acqua. Cerco sempre di idratare la pelle, ma ho notato che qualunque sapone che faccia un po' schiuma, anche quello per i bimbi, tende a screpolarmi la pelle, e le mani sono la parte più esposta. Ho fatto i patch test e anche i prick test, e sono risultati tutti negativi. Basta un lavaggio anche minimo in più e mi ritrovo infatti con taglietti sulle mani e screpolature vicino agli occhi. D'inverno, è abbastanza tragica come cosa, anche a causa della bassa temperatura. Ho visto un video di un dermatologo inglese, che dando consigli su come evitare che la pelle si secchi troppo, per il lavaggio frequente delle mani, consiglia di utilizzare al posto del classico sapone, un unguento/crema, avendo cura di dedicare un po' più attenzione allo strofinamento e al risciacquo. Voi condividete questa linea di pensiero? Per esempio, volendo usare i prodotti most, l'unguento ai peg potrebbe essere adatto? Oppure cosa mi suggerite? Ma in questo caso, avendo questi prodotti pochi emulsionanti rispetto ai classici detergenti, sono ugualmente efficaci per rimuovere sporco e batteri, es. detersione viso e bidet? Ho provato a usare i latti detergenti senza risciacquo (es. per gli allettati), ma non mi trovo molto. Inoltre, per il cloro della piscina, c'è qualcosa che posso fare, oppure ormai la mia pelle si è allergizzata? Grazie mille di tutto
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.