Jump to content

Frine85

Utenti registrati
  • Content Count

    20
  • Joined

  • Last visited

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Un'ultima domanda: la pelle del naso, assai sottile, è trattabile col Needling per i capillari? Per me è la zona più problematica Grazie per la Sua disponibilità
  2. Per la precisione ho partorito quasi quattro mesi fa
  3. Ci vedremo di persona i primi di marzo: avendo io partorito da poco secondo Lei è meglio cominciare il trattamento più avanti? Non sto allattando al momento
  4. Buonasera Professore, ho prenotato un appuntamento con lei per cominciare a stimolare la pelle col Needling. Leggendo altri post nel forum vedo che, nel caso di couperose, il successo del trattamento è molto soggettivo: secondo Lei intraprendendo questa strada e magari iniziando anche a fare il micropeeling posso almeno sperare in un miglioramento o è meglio che non mi faccia illusioni? Grazie
  5. Ok. Sono alla terza settimana di digiuno cosmetico. Avere la couperose mi fa sentire molto a disagio. Pensavo di fare già adesso qualche seduta di Needling ma preferisco chiedere il Suo parere: non so se è presto e se è meglio prima seguire altre strade. Grazie mille
  6. La ringrazio molto. Mi può consigliare un operatore che esegua Needling nel centro Italia? Io sono di Arezzo... altrimenti vengo a Roma da Lei! Cordiali saluti
  7. Buongiorno, volevo sapere se, in caso di couperose, con micropeeling e needlig si può ottenere un miglioramento solamente delle aree di rossore o anche dei capillari maggiormente in vista, tipo quelli ai lati del naso; inoltre volevo chiedere se tali trattamenti, tenendo la pelle in attività, possono aiutare a prevenire la comparsa di nuovi capillari. Grazie
  8. Buongiorno Professore, vorrei chiederLe ancora una cosa (l'ultima, lo prometto!). Come già ho avuto modo di accennarLe, da circa un mese a questa parte mi vengono quotidianamente vampate di calore al viso: non mi era mai successo nulla di simile, nel senso che mi poteva capitare di arrossire nei passaggi freddo/caldo o per emozione ma mai con questa frequenza e, per giunta, nella tranquillità di casa mia. La componente psicologica è forte, lo so, ma la guancia che si arrossa maggiormente è proprio quella in cui la couperose è più evidente. Volevo chiedere: qual è la causa e qual è il sintomo? In altre parole, mi vengono le vampate perché ho la rosacea o le vampate mi fanno venire la rosacea? Sto portando avanti il digiuno cosmetico scrupolosamente ma se tutti i giorni il mio viso si avvampa non riuscirò mai a lenire l'infiammazione... La ringrazio per la Sua disponibilità e le auguro una buona domenica
  9. Buongiorno Professore, alcune considerazioni che vorrei condividere con Lei per sapere, al solito, se ho ben compreso la mia situazione; in caso contrario mi corregga. A quanto ho capito finora la rosacea è una predisposizione (genetica? acquisita?) ad una anomala dilatazione capillare. L'alimentazione non c'entra; lo stress invece, come per molte altre condizioni, gioca un ruolo non secondario. Tentare di curare il problema con rimedi topici e fisici comuni (quelli che, per intenderci, i dermatologi mi hanno consigliato fino ad ora) purtroppo aggrava la situazione, accelerando ed aumentando la comparsa di rossori (stato di dermatite). Smettere di "accanirsi" contro il proprio viso con creme e trucchi e cominciare a prendere il sole con criterio sono già un primo passo verso il miglioramento, almeno dello stato infiammatorio. Stimolare poi la pelle col micropeeling in qualche modo la risveglia e la costringe a rigenerarsi. Se il micropeeling non dovesse bastare si può procedere al needling verticale. Per quanto un certo grado di accettazione sia da mettere in conto da parte di chi presenta questo disturbo (a mio avviso è bene essere consapevoli del disturbo in sé ma anche del fatto che ci sono cose ben più gravi), la mia domanda è questa: se né il micropeeling né il needling riescono a far "rientrare" i capillari più evidenti è almeno ragionevole pensare che un approccio come quello appena riassunto possa almeno non far peggiorare il quadro generale rallentando la comparsa di nuovi capillari? Io non voglio tornare indietro: il suo protocollo mi convince e mi ispira fiducia, cosa assai rara ai tempi in cui viviamo. Mi ci vorrà del tempo per superare l'imbarazzo e la vergogna che lo stato del mio viso mi provoca ma sarà un'ulteriore occasione di crescita personale. Il lavoro che Lei e il Suo staff portate avanti tramite Dermaclub è oltremodo meritorio e Vi ringrazio sentitamente per questo. Cordiali saluti
  10. La ringrazio molto. Continuo ad avere arrossamenti delle guance dopo pranzo: premetto che seguo una dieta leggera perché durante la gravidanza ho avuto il diabete gestazionale e sono dimagrita molto. Sono convinta che gli arrossamenti "senza motivo" siano psicologici ma il mio medico mi ha consigliato di fare i test per le intolleranze alimentari. Lei cosa ne pensa? Grazie di nuovo per la Sua disponibilità e professionalità
  11. Aggiungo, per completezza, che ho chiesto informazioni sui prodotti direttamente al servizio informazioni del sito di Most e mi è stato risposto che Glicosal lozione in effetti non è adatta per pelli con couperose ma solo Crema Lenitiva: come procedere dunque al micropeeling? Scusi l'insistenza ma dopo i tanti errori del passato non vorrei continuare a commettere passi falsi. La ringrazio per la Sua attenzione e Le porgo cordiali saluti.
  12. Buongiorno. Una domanda: in una delle precedenti risposte mi aveva detto che, dopo l'estate, potrò iniziare con lo stimolo del micropeeling. Ho cercato informazioni sul sito ma volevo comunque sapere se esso non fosse troppo aggressivo per le pelli con rosacea (ho visto consigliata solo crema lenitiva) e se uno stimolo del genere potesse far qualcosa per la situazione dei capillari. Grazie e buona giornata
  13. Buongiorno professore, ho quasi terminato la prima settimana di digiuno cosmetico. La mattina e la sera faccio un passaggio veloce d'acqua tiepida sul viso e poi tampono leggermente con l'asciugamano: evito di frizionare o asciugare in modo più energico perché da sempre certe pratiche sono mal tollerate dal mio viso, così come l'uso dei dischetti struccanti. Il viso è carico di pelli morte che faticano a staccarsi e la pelle è molto secca: è normale in questi casi? Continuo a vedere un marcato arrossamento del mento e delle labbra in corrispondenza dei pasti, cosa che sparisce quasi subito al termine della masticazione. Anche questo a me pare assai anomalo, nel senso che non mi è mai capitato di vedere alcuno dei miei commensali in tali condizioni: può rientrare nel disturbo di cui soffro? Se al termine del digiuno cosmetico verrà confermata la diagnosi di rosacea volevo sapere se, come tante volte mi è stato detto, essa è davvero un problema incurabile e che tende a peggiorare inevitabilmente con l'andar del tempo. La ringrazio e Le porgo cordiali saluti
  14. Buongiorno professore. Ancora qualche domanda e dubbio da chiarire, ringraziandoLa in anticipo per il tempo che vorrà dedicarmi. L'uso massiccio di creme solari e cosmetici degli ultimi anni, come Le ho raccontato nella mia breve storia di presentazione, può aver danneggiato irrimediabilmente la capacità rigenerativa della mia pelle? Chiedo questo perché avere già a 36 anni i capillari così in vista mi crea molto disagio. Io non conosco il decorso "standard" della couperose ma avrei pensato di arrivare ad una situazione del genere più in là nel tempo...Da molto sento parlare di laser e luce pulsata per l'eliminazione dei capillari stessi ma so anche che gli effetti a lungo termine sono peggiorativi. Non c'è dunque proprio modo di eliminare questo inestetismo e dovrò, per il futuro, attendermi un viso ancor più sciupato? Grazie e buona giornata
  15. Buongiorno, vorrei porLe ancora qualche domanda per cercare di capire al meglio la situazione. Mi perdonerà se Le porrò questioni che a Lei paiono ridicole ma ritengo che sia proprio l'ignoranza una delle componenti che mi ha portato a commettere errori in passato e almeno l'ignoranza vorrei "combatterla" (idem per l'ansia ma quello è un altro discorso e un altro percorso). Come si possono spiegare dunque i capillari a vista sulle guance della bambina? Spariranno con la crescita? Anche mio marito ha una lieve couperose sugli zigomi: dovremo aspettarci che i nostri figli sviluppino inevitabilmente questa condizione in futuro? RingraziandoLa per la disponibilità Le porgo i miei saluti
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.