Jump to content

Paolo

Utenti registrati
  • Content Count

    23
  • Joined

  • Last visited

  1. Gentile Prof. Monti, volevo aggiornarLa sulla situazione. Come mi ha consigliato, ho fatto estrema attenzione a evitare detergenti con basi lavanti aggressive o altre sostanze irritanti. In generale stare sempre con le mani in acqua è appunto problematico di per sè. Se so per esempio che mi devo lavare i capelli, fare la barba ecc...ecc...Indosso i guanti, onde evitare di stare un'ora sotto l'acqua! L'ideale sarebbe ogni volta idratare le mani dopo la detersione, cosa non facile pero' nella quotidianità. Vorrei avere 2 chiarimenti se è possibile: 1) Utilizzo più volte al giorno, unguento emolliente estremo e ho visto che mi trovo bene mettendolo o nei punti critici (es. sotto i polpastrelli o tra le pieghe delle dita), dopo la detersione. E' meglio metterlo quando le mani sono ancora un po' umide, in modo che idrati al massimo lo strato corneo? 2) Applico il minoxidil e preferisco farlo con i guanti di nitrile, quelli venduti nei box, e che sono da considerarsi mono uso. Devo lavare le mani con un detergente delicato, dopo aver tolto i guanti, affinché non ci sia la possibilità per gli agenti chimici del minoxidil o eventualmente anche quando uso altri prodotti (es. candeggine varie), di penetrare attraverso i guanti stessi? E' una preoccupazione inutile? Grazie infinite Prof.!
  2. Egregio Prof. Monti, grazie mille per queste indicazioni e consigli utilissimi! Avevo pensato all'Unguento ai Peg Most, visto che in casa lo usiamo anche per altri scopi. Volevo sapere, se è possibile, se quello che Le ho raccontato riguardo questi episodi sia dovuto "semplicemente" a una sensibilità eccessiva della mia pelle alla detersione frequente, oppure perché effettivamente ormai mi sono sensibilizzato a talune sostanze contenute nei saponi e nei detersivi e quindi ha senso ripetere gli esami allergici. Inoltre, e qui concludo, premettendo di dover indossare i guanti per i lavori domestici, vorrei sapere se devo lavare le mani (in questo periodo utilizzando il dysintil) affinchè non ci sia la possibilità per gli agenti chimici di penetrare attraverso i guanti stessi. E' una preoccupazione inutile? Grazie ancora Prof.!
  3. Gentile Esperto, nel ringraziare anticipatamente per questo servizio, scrivo per avere un riscontro e chiarimenti riguardo alla pelle delle mie mani. Partiamo da una premessa. Di mio ho una pelle chiara e molto sensibile. Ormai ho notato che se utilizzo per 2-3 giorni i saponi che si trovano nei bagni degli uffici, autogrill, ecc,mi ritrovo con le mani screpolate e addirittura nella parte interna di alcune dita, la pelle mi si solleva letteralmente. L'alternativa insomma è portare un sapone da casa delicato, cosa non sempre possibile. Per me non è pensabile utilizzare il sapone per piatti, la spugna e lavare bene i piatti, a mani nude senza incorrere in problematiche varie. Nella foto che ho allegato per esempio si evince un pezzetto di pelle morta su un dito, dove prima nei giorni scorsi si era formato una specie di taglio spaccatura (senza sangue o arrossamenti vari) e tutto ciò perchè probabilmente una decina di giorni fa ho pulito delle guarnizioni del motore dell'aspirapolvere con delle garze imbevute di detersivo antibatterico. Avrò sfregato per 3 minuti di numero. Per 3 minuti non mi sembrava il caso di dover indossare i guanti. Ed ecco qui il risultato. Quale è la diagnosi? Anni fa feci prick e patch test e non è emersa nessuna allergia. È il caso di ripetere gli esami? Mi piacerebbe avere un Suo parere laddove sia possibile. Inoltre chiedo se è necessario lavare le mani dopo aver finito i lavori domestici anche se ho utilizzato i guanti. Lo chiedo semplicemente perché vorrei essere sicuro che nonostante i guanti indossati (es.nitrile o vinile ), non ci sia la possibilità per gli agenti chimici di penetrare attraverso i guanti stessi, e quindi comunque un lavaggio successivo ad aver tolto i guanti, con sapone delicato, sia comunque raccomandabile. Grazie infinite.
  4. Gentile Dottore, torno a scrivere qui per avere un consiglio, sempre a seguito della rasatura in zona inguine. Come da Sua indicazione, la pustoletta ha lasciato solo una macchietta rossastra. Tuttavia, in un'altra zona, a lato sotto all'ombelico, si era formata una piccola ferita che aveva fatto una crosticina. Evidentemente, a causa del fatto che in quella zona sfrega l'elastico delle mutande, un paio di giorni fa, ho notato che mi si era formato questo grumo di sangue. Presumo si tratti di questo, perché avendo provato a sfregarlo con un dischetto di cotone ben imbibito di glicosal lozione, non succede nulla. Appare un pochino arrotondato. Cosa posso fare? Grazie ancora e buona giornata.
  5. Grazie mille per il chiarimento. Provvedo a iniziare il trattamento con la Most 2S.
  6. Grazie mille per il riscontro. Se ho capito bene quindi la crema 2S va messa solo tra la lamina e il letto ungueale, e non sulla superficie esterna delle unghia come per esempio alcuni smalti che si trovano in farmacia. Giusto? Inoltre, chiedo a vostro avviso qual è lo strumento migliore per tagliarsi le unghie. Come vedete da foto le porto sempre molto corte. Grazie ancora.
  7. Gentile Esperto allego foto per cercare se possibile di avere una diagnosi relativa all'indice della mano sinistra e al pollice della mano destra. Da quel che ricordi, queste 2 dita da sempre a periodi più o meno lunghi nel tempo, hanno sempre avuto questo aspetto e inoltre, l'indice presentava sull'unghia tutti puntini che però sono andati scomparendo senza alcun trattamento. Aggiungo poi relativamente all'unghia di queste 2 dita che si sfalda facilmente quando per esempio mi taglio le unghie o uso la lima per rifinire. Vorrei dire poi che Il colore un po' più scuro di entrambe le unghie è anche dato dai residui di sporco rimasti. Ogni volta che lavo frutta e verdura è inevitabile che qualcosa vada a finire incastrata tra le lame delle unghie (mi scuso se il lessico non è quello giusto). Grazie mille per ogni riscontro vogliate darmi. Complimenti come sempre.
  8. Grazie per la risposta Prof. Monti. Ho usato la lozione Glicosal perché mi sono svegliato con questa pustola e volevo evitare che si divenisse una ciste. Allora va bene sarebbe stato meglio la crema 2S. Quindi lascio stare così per ora? Grazie mille
  9. Buongiorno vi scrivo per avere consigli specifici riguardo agli accorgimenti da seguire per evitare problemi nel caso della depilazione zona inguine. Sono solito accorciare i peli in questa zona con la macchinetta, soprattutto d'estate per via del fastidio provocato dal costume e bicicletta. A volte capita che mi esca qualche brufolo nella zona di frizione. In questo caso ho applicato la lozione Glicosal con un dischetto ben imbevuto 3 volte al giorno per 2 giorni. Il brufolo che era molto gonfio si è ridotto sino a scomparire anche se però si è trasformato in una ferita, tanto è vero che è uscita del sangue. Ora sono 2 giorni che non applico nulla. Come si può vedere dalle foto, c'è una desquamazione. Delicatamente ho preso una pinzetta per vedere se ci fosse un pelo sotto, ma nulla. Non mi sembra comunque si tratti di un pelo incarnito. Che devo fare? Lascio che la pelle si cicatrizzi da sola? Inoltre vi chiedo se forse a questo punto sarebbe meglio per le prossime volte utilizzare glicocrema perché più delicata. In generale comunque anche per il viso, ho sempre usato Glicosal lozione senza dischetto di cotone, ma applicandola con le dita. Infatti ho una pelle del viso delicata e ho usato la lozione al bisogno e trovandomi bene. Grazie infinite per il vostro tempo e consigli che vogliate darmi.
  10. Buongiorno Prof. Monti, ho allegato un'altra foto dove la situazione è più chiara. Come si può ben vedere parliamo di un piccolo brufolino (in alto a destra). Da quello che ho capito dalla risposta quindi si tratta di un comedone bianco come quelli che vengono sul viso, causato dalla formulazione del burrocacao e non c'entra nulla con l'herpes? Ascolterò i suggerimenti che già mi ha dato. Grazie ancora.
  11. Gentile Esperto, scrivo per avere un parere autorevole da parte Sua. Infatti, da qualche tempo a questa parte ho notato comparire sul contorno delle labbra superiori un brufolino, a volte due. Non mi danno prurito o bruciore e diciamo che mi durano 2-3 giorni. Con l'aiuto di un cotton fioc e alcune toccature di glicosal lozione (appena applicato brucia) questo brufolino si secca e va via. Ho pensato si trattasse di herpes delle labbra visto che ne sono soggetto. Però sarebbe una manifestazione un po' atipica. Voglio precisare se può essere di aiuto che visto che sono soggetto a dermatite seborroica, che mi compare anche in zona baffi, e applico burrocacaco anche con protezione solare tutti i giorni. Allego 2 foto. Il brufolino è in alto sulla destra. Mi scuso ma non sono riuscito a far foto più nitide di così. Grazie infinite per il tempo e per la disponibilità dedicatemi.
  12. Aggiorno questo post, dicendo che ho avuto una diagnosi di impetigine e mi è stato prescritto un antibiotico da prendere per bocca. Infatti purtroppo, nel giro di qualche giorno, dal collo l'infezione mi si è spostata anche su una guancia, sotto forma di una chiazza ovale eritematosa e con crosticine. Il medico che mi ha visitato non mi ha saputo dare una spiegazione chiara circa la causa reale di questa impetigine, e io stesso, che sto sempre super attento all'igiene personale, non mi spiego come ciò sia stato possibile. Ho letto che le persone predisposte a dermatiti di varia natura, hanno più facilità nell'essere attaccati da queste infezioni. Infatti, visto che ormai non mi rado da più di 2 settimane, la barba mi si è allungata, e sul mento ho la mia dermatite seborroica (crosticine), come solitamente mi accade in questo periodo dell'anno. Scrivo in questa sede per 2 chiarimenti: 1)Ci sono ipotesi che si possono formulare, che spieghino concretamente la causa di questa impetigine, nel mio caso zona barba? Voglio precisare che non mi rado da anni a lametta, proprio in virtù della mia pelle ultra sensibile. Ho letto che è coinvolto lo stafilococco aureo. Ho avuto un po' di raffreddore...Forse me lo sono auto provocata spostando i batteri dal naso ad altre sedi del viso ecc? 2)Sulle sedi dove ho solo un pochino di dermatite seborroica e sulla chiazza evidente di impetigine, faccio un impacco di unguento emolliente estremo, lasciandolo agire per una ventina di minuti e poi lo rimuovo lavandomi con base lavante eudermica. Può andare bene ? E' necessario applicare sulle lesione una pomata antibiotica in modo da isolarle? Grazie ancora di tutto. Siete fantastici...
  13. Buongiorno, vi allego altre foto fatte alla luce solare, e penso più chiare. Posto che a casa ho praticamente tutti i vostri prodotti, a vostro avviso la crema most 2S potrebbe essere di ausilio, svolgendo un'azione anti infiammatoria? Lo chiedo perché per esempio in zona baffi o pizzetto, a volte senza apparente motivo, mi ritrovo una chiazza simil ferita, come questa qui sul collo, e la tratto con la Most 2S e in 2 giorni scompare senza lasciare traccia. In quel caso, individuo subito che si tratta di dermatite seborroica. Grazie ancora.
  14. Buongiorno, sono da sempre un vostro fedele lettore e utilizzatore dei prodotti Most. Negli anni ho imparato a gestire la mia pelle al meglio, ma ancora capitano episodi singolari. Ho una pelle chiara e delicata, e sono soggetto a dermatite seborroica, anche se negli ultimi anni è andata quasi scomparendo e si localizza solo in piccoli punti, che con la crema Most 2S faccio regredire in pochissimo tempo. Mi faccio la barba con l'accorcia barba elettrico, proprio perché la lametta è troppo aggressiva (pur avendo provato ogni sorta di rimedio negli anni). A volte nel collo pero', mi compaiono a distanza di qualche giorno dall'essermi accorciato i peli, delle chiazze arrossate, simil ferite. Proprio come quella che compare nelle foto allegate. Ho pensato fosse un pelo incarnito, e quindi per un paio di giorni ho applicato Glicosal lozione (che uso con risultati molto buoni sulle spalle e braccia per la cheratosi pilare), ma la situazione è peggiorata. Infatti la pelle mi si è screpolata tantissimo, e si è proprio formato come una ferita. A dire la verità non penso si trattasse di peli incarniti et similia. C'è da dire che indosso sempre la sciarpa quindi forse la frizione, crea questi arrossamenti non meglio identificati. Ora non sto più applicando nulla, aspettando che la situazione si ristabilisca. Cosa pensate possa trattarsi? Grazie mille per il vostro aiuto!
  15. Salve a tutto lo Staff e agli utenti del sito. Volevo dare il mio riscontro positivo sul trattamento per il tiloma, grazie all'utilizzo costante e quotidiano di glicocrema. Già dopo una ventina di giorni, la situazione è nettamente migliorata, fino a recedere completamente dopo poco più di 1 mese. La routine è stata questa: pediluvio in abbondante acqua e bicarbonato, asciugatura delle dita, applicazione di Most Glicocrema (anche 2 volte al giorno).
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.