Jump to content

Paolo95

Utenti registrati
  • Content Count

    11
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Paolo95

  1. Buonasera dottore le scrivo perché nell’ ultima settimana ho notato una pallina nella zona perianale a circa 8 cm. dall’ano e situata sotto lo scroto più o meno alla stessa distanza. Premetto che in quella zona ogni tanto scaturiscono dei peli incarniti o comunque brufoli con all’interno del pus che risultano dolenti ma che nel giro di qualche giorno si riassorbono. Questa pallina al tatto è indolore e l’aspetto richiama il colore della cute circostante e non c’è nessuna presenza di pus. Cosa potrebbe essere secondo lei? È meglio prenotare una visita da un urologo oppure aspettare qualche settimana e valutare un possibile riassorbimento? La ringrazio come al solito per la pazienza e collaborazione. Saluti
  2. Grazie per la risposta dottore, un’ ultima domanda: crede che debba anticipare la visita dal dermatologo? Vede ho guardato qualche foto di 4-5 anni fa e sembrerebbe esserci stato un neo nella sede dove adesso c’è il rigonfiamento mostrato in foto ma non ne ho la certezza. Non vorrei averlo stuzzicato con la lametta (anche se mi depilo una volta all’anno nella zona pettorale) e aver creato questa protuberanza anche perché mi sembra di vedere all’interno un paio di peli che non riescono a scaturire ma magari mi sbaglio anche perché non c’è pus e non è dolente (dalle foto sembrerebbe che questa formazione abbia iniziato a gonfiarsi un paio di anni fa). Non vorrei aver minimizzato la questione in questi anni e magari mi trovo di fronte a qualcosa di più serio (tipo un melanoma spero vivamente di no) anche perché negli ultimi mesi mi sembra stia crescendo più rapidamente. Scusi se mi sono dilungato e apprezzo la collaborazione e pazienza come al solito. Saluti
  3. Buongiorno dottore le scrivo per avere un parere su quello che all’apparenza sembrerebbe essere un crescimento di carne apparso circa un paio di anni fa nella zona pettorale. Non mi ha mai destato preoccupazione oppure procurato dolore al tatto o qualsiasi altro tipo di fastidio ma negli ultimi mesi sembrerebbe che stia aumentando di dimensioni. Secondo lei cosa potrebbe essere? Un neo oppure un pelo incarnito o effettivamente si tratta di un crescimento di carne? Concludo dicendo che a novembre ho la visita dermatologica per una cura contro l’acne che sto facendo e sicuramente lo farò vedere al mio dermatologo ma nel frattempo mi piacerebbe avere un suo parere. Grazie per la collaborazione e pazienza. P.S. Allego una foto per rendere il contesto più chiaro.
  4. Mi è stata prescritta questa cura perché all’inizio dell’anno avevo una costante produzione di brufoli con all’interno pus e devo dire che la situazione è migliorata. Detto ciò dottore secondo lei cosa sono? Queste protuberanze sono lì da qualche mese ma sembrerebbero non voler andare via.
  5. Buongiorno dottore, le scrivo per porle un quesito. Premetto che, a causa di una leggera acne cistica tardiva, sto assumendo Aisoskin (isotretinoina) in una dose molto leggera: due capsule da 10 mg. alla settimana per un totale di sei mesi. Da circa qualche mese sono cresciute nella zona sottostante la bocca un paio di protuberanze che sembrerebbero essere due cisti sebacee. Qui arrivo alla mia domanda: nonostante siano di dimensioni relativamente piccole, secondo lei, porterebbero riassorbirsi da sole? Oppure potrebbero aumentare di volume con il pus all’interno? Allego un paio di foto per rendere più chiaro il contesto e aggiungo che ho dovuto tirare leggermente la pelle per renderle più visibile. Ringrazio in anticipo per la risposta e collaborazione.
  6. Quindi posso andare in ferie sereno utilizzando le dovute accortezze? Detto ciò un’ultima domanda professore: anche i tatuaggi sono assolutamente vietati durante la cura con isotritenoina? Grazie in anticipo per la risposta e collaborazione! Saluti.
  7. Buongiorno dottore, le scrivo per togliermi un dubbio riguardante la convivenza tra l’isotritenoina e il sole. Purtroppo a causa di un’acne cistica tardiva (molto lieve) mi è stato prescritto aisoskin (farmaco che sicuramente conoscerà benissimo) in una dose veramente molto minima: 2 capsule da 10 mg. per 6 mesi. Essendo un farmaco fotosensibilizzante io sto utilizzando tutti i giorni una crema solare ad alto fattore protettivo (50+). Premesso questo arrivo al mio quesito: questa estate dovrei andare una settimana a Dubai (precisamente ad Agosto il mese più caldo negli Emirati) e svolgere ovviamente le classiche attività che si fanno in vacanza (mare, barca,ecc), posso godermi senza molte preoccupazioni la vacanza? Ovviamente con criterio quindi uscendo nelle ore meno calde e stando il più possibile all’ombra utilizzando sempre una crema solare molto alta. Concludo dicendo che il mio dermatologo mi ha già dato il via libera, ribadendo l’importanza di utilizzare sempre la crema solare, ma avevo piacere di ascoltare un parere da un’altra fonte competente. Ringraziando per la collaborazione attendo una risposta. Saluti.
  8. Buongiorno dottore, le scrivo per sciogliere un dubbio di mio fratello il quale non essendo molto avvezzo alla tecnologia ha chiesto a me di cercare online qualche risposta e siccome mi sono da poco iscritto trovandomi molto bene mi rivolgo a lei. Premesso questo circa due giorni fa mio fratello si è sottoposto ad un trattamento con laser-q (secondo il principio della fototermolisi selettiva) per rimuovere un paio di macchie sul viso. Nel post-trattamento lo specialista gli ha dato una crema curativa da mettere per i successivi 7 giorni (solo la sera) e si è raccomandato di non esporsi al sole e di mettere giornalmente una crema solare ad ampio spettro (quindi 50+). A parte il rossore evidente sui punti trattati destinato a scomparire credo nei prossimi giorni qui arriva il suo dubbio: cosa si intende per esposizione solare? Mi spiego meglio lui è un commerciante svolge un lavoro sia di ufficio che in un ambiente esterno guidando sovente anche dei mezzi pesanti che lo portano magari a stare all’esterno per qualche ora. Lui può permettersi di stare in questo modo esposto al sole con crema protettiva e cappello? Ripeto da quello che mi racconta c’è il giorno in cui può stare molto al riparo ed altri in cui è più esposto, dunque può continuare a svolgere le sue attività con tutte le precauzioni (crema e cappellino) senza doversi preoccupare di compromettere il risultato del trattamento? Ovviamente usando il buon senso dove è possibile stare in un posto all’ombra lo farà ma quando è impossibilitato sarà esposto al sole. Ringrazio in anticipo per la risposta e collaborazione. Saluti.
  9. Grazie professore, ultima domanda poi credo di aver risolto la mia “preoccupazione”: il tempo necessario per un miglioramento estetico della macchia si può calcolare in mesi o addirittura anni? Grazie in anticipo per la risposta e gentilezza!
  10. Grazie professore per la risposta. Un’ulteriore domanda: crede che con qualche peeling o trattamento non troppo invasivo la situazione possa migliorare più rapidamente? O è meglio lasciar fare al tempo?
  11. Salve sono un ragazzo di quasi 28 anni che ha sofferto di acne in forma lieve in età adolescenziale. Ho una pelle molto sensibile e tendente alla formazione di qualche brufolo soprattutto sulla schiena, sulle spalle, sulle braccia e ovviamente sul viso concentrati nella zona delle tempie e delle guance. Aggiungo ancora che la mia pelle a volte fa fatica a cicatrizzare e nel corso della mia vita mi è capitato di affrontare un paio di cheloidi: uno per l’infiammazione di un brufolo sul petto e l’altro vicino all’orecchio dovuto al foro di un piercing tutte e due, fortunatamente, eliminati con un paio di infiltrazioni. A parte qualche macchia sul viso e sulla schiena di poco conto arrivo alla mia domanda: nell’ ultimo mese è fuoriuscito un brufolo nella zona sopra il naso il quale è perdurato per quasi un mese, ho usato una crema assorbente ma il brufolo ha comunque fatto fatica a cicatrizzarsi per bene lasciando un alone violastro e un piccolo rigonfiamento (probabilmente dovuto all’accumulo di tessuto durante la guarigione credo). Questo alone/rigonfiamento tenderà a regredire nel corso dei mesi o è destinato a durare per anni? Potrebbe essere stato anche l’abusare troppo di questa crema? So che può sembrare una sciocchezza soprattutto per chi ha sofferto di acne in maniera aggressiva ma sono molto in paranoia perché trovo questa “macchia” molto antiestetica. Allego qualche foto in modo da rendere il contesto più chiaro possibile e, nel caso, di suggerirmi una visita da un dermatologo oppure qualche trattamento da un estetista. Mi scuso per essermi dilungato ma ci tenevo ad essere il più preciso possibile e ringrazio in anticipo per la risposta e la collaborazione/pazienza.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.