Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'gonfiore'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Comunicazioni dallo staff
    • LEGGERE PRIMA DI POSTARE
    • Come usare il forum
  • Chirurgia
    • Chirurgia dermatologica
    • Ferite, Ulcere, Decubiti e Scottature
  • Clinica
    • Acne giovanile / tardiva
    • Dermatite atopica
    • Dermatite seborroica
    • Psoriasi
    • Orticaria / dermografismo
    • Melasma
    • Cheratosi attiniche
    • Problemi infettivi
    • Dermatologia pediatrica
    • Problemi delle unghie
    • Problemi dei capelli e cuoio capelluto
    • Problemi in generale
  • Cosmetica ed Estetica
    • Problemi di trucco
    • Trattamenti rigenerativi
    • Macchie cutanee
    • Trattamenti termici
    • Problemi cosmetici ed estetici in generale

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


domanda antispam

Found 29 results

  1. Buongiorno dottore, innanzitutto la ringrazio anticipatamente per la disponibilità e le chiedo gentilmente aiuto. Praticamente qualche giorno fa ho notato questo gonfiore ad entrambi i pollici, probabilmente dovuto dal fatto che ho indossato le scarpe troppo strette ed avevo le unghie troppo lunghe. Purtroppo soffro di una spondiloartrite e malattia di Bechet i sintomi negli ultimi mesi sono peggiorati ed automaticamente, per colpa dei dolori, ho trascurato di tagliarmi le unghie dei piedi ed indossando le scarpe strette ho fatto sì che l'unghia urtasse causandomi il gonfiore dietro l'unghia e di tutto l'alluce. L'unghia è gialla perché autonomamente ho messo aureomicina sperando di risolvere e ci tengo a sottolineare che non ho provato a tagliarla. Di cosa si tratta? Quanto tempo ci vorrà per risolvere il problema? È grave? Vi chiedo disperatamente aiuto in quanto le mie condizioni già sono complicate poi vivendo su un'isola gli specialisti qui non vengono e spostarmi per via della mia condizione clinica è complicato. In attesa di vostre non posso fare altro che ringraziarvi e vi auguro una buona domenica
  2. Salve, sto avendo un problema con l'alluce destro che ormai persiste da più di un mese. Premetto che soffro di abbondante iperidrosi a mani e piedi che non sono riuscito ad alleviare con delle creme e quindi ho quasi sempre i piedi zuppi di sudore, e che, se può essere inerente, mio padre soffre di psoriasi, anche se io non ho mai notato nessun sintomo. Partendo dall'inizio, circa due/tre mesi fa noto che tirando la pelle al lato sinistro dell'unghia verso l'esterno sento un fastidio "interno", vicino alla base dell'unghia, ma non gli do troppo peso in quanto il dito non era ancora gonfio né arrossato. L'unghia però non è più cresciuta da allora. Dopo circa una settimana mi sono recato dal podologo (con cui avevo già curato altri problemi), che però non ha saputo bene inquadrare la situazione e, sospettando un indurimento calloso sotto l'unghia, mi ha suggerito di applicare crema podoval 50 al lato dell'unghia per ammorbidire tale pelle dura, per due settimane. Passate queste due settimane, gonfiore, rossore e dolore al tatto sulla pelle alla base dell'unghia sono comparsi, insieme a pus che fuoriusciva proprio da sotto la pelle gonfia, e ho notato che la cuticola non c'era più, ma non saprei dire se era già assente da prima di iniziare ad applicare la crema. Torno quindi dal podologo che mi dice che potrebbe essere causato da podoval se applicata alla base dell'unghia anziché solo al lato, cosa che non mi era stata detta prima e a cui non avevo fatto attenzione. Mi consiglia quindi di medicare con un pezzettino di garza infilato sotto la pelle gonfia e imbevuto di betadine per curare l'infezione in corso. A questo punto il dito era già come in foto. Medico il dito come suggerito dal podologo ma la situazione non migliora. Contatto nuovamente il podologo, il quale mi consiglia di continuare per circa un mese, per vedere se l'unghia riprende a crescere, e mi dice che in caso negativo si potrebbe dover incidere la pelle con un piccolo taglio per rimuovere il problema. Continuo per un'altra settimana senza nessun miglioramento, quindi sento il medico di base. Lui pensa che ci sia altro pus accumulato sotto la pelle gonfia, e mi dice di fare giornalmente pediluvi caldi con tanto sale e di premere con le dita la pelle gonfia per cercare di fare uscire il pus, per poi applicare una pomata antibiotica, e anche lui mi dice che se il problema non si risolve si dovrà fare un piccolo intervento chirurgico. Seguo quindi queste indicazioni per una settimana, usando gentalyn beta e coprendo il dito con una garza. Finita questa cura il dito è ancora nelle stesse condizioni, forse meno pus. Ad oggi sono passati una decina di giorni da quando non metto più gentalyn e non faccio più pediluvi, ma ho continuato a medicare con un pezzo sottile di cotone imbevuto di betadine e infilato sotto la pelle, e mi sembra che il pus non ci sia più. Adesso il dito è come nella foto che ho allegato e non so più come comportarmi a riguardo. Potrebbe essere una perionissi? Ogni tanto subisco traumi, seppur lievi, ai piedi (sbatto contro qualche scalino), ma non ricordo di averne subiti quando il problema è insorto. Inoltre il dolore è limitato a quando scuoto il piede o premo direttamente sulla pelle gonfia, in particolare se "spingo" la pelle verso l'alto, cioè verso l'unghia, quando cammino invece non ho quasi mai dolore, anche se ultimamente mi sembra sia aumentato.
  3. Salve Dottore, mia figlia attualmente dodicenne,dal 2020 ha problemi alle unghie degli alluci e scollamento delle cuticole, come da prima foto allegata,il podologo dice essere dovuto a scarpe strette. Ciclicamente si ripresenta, ma ora da più di un mese l'alluce sinistro si presenta gonfio,molto rosso e dolorante...il podologo ha controllato ma non c'è unghia incarnita, ha prescritto separadita in silicone e gentalyn beta all'occorrenza, ma non passa più! Cosa può essere? E cosa si può fare per il dolore? Grazie mille in anticipo per la disponibilità
  4. Salve a tutti, ormai piu di un anno fa ho ricevuto una diagnosi di eczema sul polpastrello della mano sinistra in corrispondenza di una “cicatrice” di un vecchio intervento chirurgico a seguito di un incidente. Quando avevo 5 anni ho perso parte della punta del dito a seguito di un trauma, ed è stata effettuata una ricostruzione del polpastrello prelevando epidermide da un’altra zona del corpo. Ho curato l’eczema con Elocon e crema idratante, e il problema è rientrato. Da qualche mese tuttavia, ho a cadenza giornaliera problemi di desquamazione, gonfiore e bruciore pulsante. Spesso prurito e talvolta anche sanguinamento a seguito di microlacerazioni, e non riusciamo a risalire a una causa e dunque a trovare una soluzione. Soffro inoltre anche di frequenti pruriti alle mani, soprattutto di notte, ma senza segni sulla pelle. Dito nella sua condizione sana.Piccola ferita dalla quale a volte esce del sangueStato di infiammazionedesquamazionegonfiore e bruciore, talvolta dolore
  5. Buongiorno, dallo scorso ottobre alla mia ragazza compaiono quelle che sembrano vistose punture di insetto in diverse parti del corpo (mani, piedi, collo, gambe, braccia, natiche). Le punture appaiono circa ogni due settimane, la zona si gonfia molto e per qualche giorno rimane molto calda e prude parecchio. Dopodiché smette di prudere, si forma una crosticina e rimane il segno per diverse settimane. Al primo episodio le punture (si veda foto del polpaccio) erano molte e tutte assieme, e oltre il prurito la gamba ha fatto male per diversi giorni. Il medico di base le ha detto che è morso di ragno violino, ma è strano che morda soltanto lei pur avendo un bilocale e dormendo sempre nello stesso letto. Le punture appaiono sia durante i giorni feriali che nel weekend (il che escluderebbe la presenza dell’insetto nel suo ufficio e aumenta le probabilità che sia in casa). Abbiamo provato a lavare e disinfettare letto e divano ma il problema non si risolve. Cosa potrebbe essere? Grazie mille in anticipo.
  6. Buonasera dopo aver tagliato troppo corta l'unghia ho iniziato ad avere dolore e gonfiore alla base . L'unghia non cresce più da oltre 2 mesi e si è ingiallita. Mi sono recata dal dottore che mi ha data ciclo di Augmentin e gentalyn. La situazione è leggermente migliorata, non è più gonfio e dolente ma la zona all'attaccatura dell'unghia risulta essere ancora infiammata. Chiedo consiglio grazie
  7. Buonasera da un paio di giorni sento le dita gonfie , solo indice mano sinistra e medio mano destra al tatto come delle palline gonfie la mobilità è ancora buona ma le sento gonfie e doloranti al tatto proprio dove si trova il nodulo Non ho svolto attività pesanti o fatto particolari movimenti
  8. Buongiorno, scusi il disturbo ma da qualche giorno mi sono resa conto di questo problema. Tempo fa mi ero resa conto che l'unghia del mignolo del piede mi faceva male perché sembrava quasi che l'unghia si fosse rotta ma senza apparente motivo, a lato c'era un piccolissimo pezzettino rotto (era duro ma non sono sicura fosse unghia). Mi è anche comparso il puntino che vede, in realtà sembra comparso su entrambe le ultime dita. Comunque dopo un po' di giorni il dolore credo fosse passato, perché non ci ho pensato più. Però la situazione sembra peggiorata, il dito è gonfio nella parte interna, un po' dolorante e arrossato, e l'unghia è diventata strana. È sempre stata piccola, ma mai così strana. Tra l'altro ho notato la riga anche sul secondo dito, quella tempo fa non c'era. È venuta anche su altre dita. Per il giallo delle unghie, se se lo sta chiedendo, non credo sia niente di che, semplicemente ho passato l'estate con dei pessimi smalti sulle unghie e alla fine quando li ho tolti ho notato che le unghie si erano ingiallite. Può essere che il piede si sia gonfiato leggermente? Perché negli ultimi tempi sento la scarpa più stretta, prima non mi succedeva. Ho scoperto da poco di avere la sclerosi multipla e pensano che sia un problema di percezione, ma io non so se è così o magari c'entra con il dito/piede gonfio che magari mi fa risultare la scarpa più stretta. Secondo lei per il dito possono essere solo le scarpe? Cosa mi consiglia di fare? Perché temo possa peggiorare. Grazie mille, buona giornata.
  9. Gentilissimo dottore, sono un ragazzo di 25 anni. Da un paio di giorni mi è comparsa sull’asta del pene una piccola sporgenza (della grandezza di una punta di spillo), non dolente né pruriginosa, in leggero rilievo, bianca al centro e poco arrossata intorno. Sembrerebbe leggermente lucida quando esposta alla luce. Sono preoccupato perché ho paura che possa essere una infezione - ho una vita sessuale attiva ma adotto sempre le dovute precauzioni in caso di penetrazione. Di cosa potrebbe trattarsi e cosa posso fare intanto? Grazie
  10. Buongiorno, qualche giorno fa ho avvertito un po’ di prurito intimo generalizzato, dopo qualche giorno sono comparse delle macchie rosse molto simili a punture di zanzare, allora ho chiamato il mio medico e lui, dato che in passato ho avuto un herpes simplex intimo, mi ha dato da curarlo con Aciclovir crema, ma dopo un paio di giorni la situazione non è migliorata, le macchie sono diventate più grosse e si sono gonfiate col prurito in forte aumento e un po’ di bruciore. Premetto che non ho avuto rapporti sessuali nell’ultimo periodo e che sto effettuando una cura con Deursil a causa di probabili calcoli biliari. Ma ora la situazione è questa.
  11. Da una settimana circa ho questo gonfiore al pene che mi fa abbastanza male/fastidio
  12. Buonasera dottore,ho un problema all'alluce,ho molto dolore,aiutatemi ho girato 3 podologo ma niente il dolore non passa,poi ho letto alcune discussioni e ora va meglio sto usando crema 2 s prima usavo gel astringente e cerco di non bagnare l'alluce aiutatemi grazie mille allego la foto
  13. Salve dottore, quattro giorni fa ho avuto un rapporto con mia moglie, 3 giorni fa e cominciato un dolore sul asta del pene, inizialmente pensavo che era un normale dolore da strofinamento o qualcosa del genere, poi e cominciato a gonfiarsi e a sembrare tipi un brufolo e adesso e diventato piu grande ma non c'è nessuna punta bianca, crede che dovrei provare a schiacciare o senza fare niente guarirà dasolo?
  14. Buongiorno, come da foto, a mia figlia da almeno 20gg gli si è presentata questo arrossamento e gonfiore al dito indice dx, il pediatra parla di "giradito" ed abbiamo iniziato cura a base di gentalyn dopo accurato lavaggio e dito in "ammollo" in acqua e Amuchina...poi la farmacista una settimana fa,ci ha consigliato di usare unguento nero (ICTAMMOLO)...ma ad oggi è cambiato poco o niente, Anzi, si è presentata una striscia nera. Consigli? Grazie mille P.s. la bimba ha 2 anni e mezzo
  15. Salve a tutti, mi sono iscritto tutt'oggi perché sto avendo un problema che non ho mai avuto, sono un ragazzo di 16 anni, non ho avuto esperienze sessuali o rapporti sessuali con qualcun'altro, l'unico mio problema é che sto avendo dei gonfiori decisamente significativi al pene tutto attorno, prima era normalissimo, ma dopo aver eiaculato dentro un guanto in lattice, usato anche per la stimolazione con il Glande esposto ad esso, cosa che faccio molto spesso dato il fatto che non voglio sporcare lasciare brutto odore. Non capisco che é sul glande o sul collo del pene, quando il pene non é in erezione é di dimensioni piccole a contrario di quando é in erezione quindi non capisco dove sono posizionati ma credo che siano sul Glande e leggermente sul collo. Ho pensato che si trattasse di sperma rimasto sotto la pelle del Glande, ma non credo perché ho provato a "spremere" con la mano sinistra verso l'alto, perché di solito io mio pene é molto più sottile di quello che é normalmente, ingrossando, visto dall'alto, il pene in grandezza con alla base tutto come prima, ma dal lato uno spessore poi grande, non riesco a dire se sia tanto o poco più grande, ma c'è un gonfiore tutto attorno al glande/collo ma piu sul glande, ma non sembra materiale liquido, ma neanche solido (preciso che di solito espellevo tutto quello che potevo dal pene, ma sta volta non l'ho fatto, infine il giorno prima ho applicato la masturbazione di nuovo, e mi sa che ho esagerato pur da creare dolori ad esso come se di stanchezza ma non avevo niente del genere prima ne dopo, tutto usando un guanto per stimolazione ed eiaculazione) e ha creato come un pizzico leggero non molto forte ma significativo. In conclusione voglio riferire che presumo sia per un attrito, non ho allergie al lattice da quello che so, quindi mi sa che sia l'attrito, ho strofinato il quando sul glande per stimolazione simulando una vagina, come faccio sempre, ma comuqnue voglio che, in base alla mia descrizione, senza foto per questioni personali e mentali mie non venga rivelato niente per ora, mi sia data un'opinione da parte da dei professionisti come voi. (Modifica messaggio 15/05/2023 dopo 8 ore dalla pubblicazione): passate 8 ore dal messaggio, non ho sentito particolari dolori se non alle gambe, ma quella può essere tranquillamente fatica ma del resto sembra leggermente migliorato, c'è sempre quelle "bolle" o come se riempimento che ho descritto, ma non sembra così gonfio come ieri, alla fine fa abbastanza male se tocco la parte del Frenulo anche se la pelle è alzata, per ora non ho provato a tirare giù la pelle per esporre il glande, ho un pò di paura e ho paura che faccia male, in caso proverò ma ieri provando non ci riuscivo per la poca lubrificazione, domani lascerò perdere la masturbazione per evitare peggioramenti vari, sta sera o domani ne parlerò pure con delle persone adulte a dovere come genitori, ma vorrei un parere da un'espero nel settore per metterlo a confronto con un'opinione di un'altro proffessionista, questo è tutto. (Modifica messaggio 16/05/2023) con un infezione al pene interna alla pelle ci si può masturbare con l'uso delle mani? Vi ringrazio per la lettura e spero di avere risposta, sono molto turbato e spaventato non avendo mai avuto nulla del genere ne così "grande" e spero di essere stato chiaro, sono un ragazzo relativamente giovane ma con una mente che ragiona, scusate il disturbo.
  16. Buongiorno le scrivo perché da 2 giorni avverto dolore all'occhio destro... Pensavo fosse dovuto al trucco o al fatto che mi fossi struccata in modo un po' più aggressivo ma stamattina ho notato che nella parte interna è inferiore dell'occhio è piuttosto gonfio e rosso. Secondo lei cosa potrebbe essere? Sento dolore quando batto le palpebre, mi prude e mi da fastidio all'interno dell'occhio. In farmacia mi hanno dato trobral 0,3%. La ringrazio molto in anticipo! Cordiali saluti
  17. Buongiorno a tutti. Vi scrivo sperando di riuscire a risolvere questo “enigma” grazie al vostro aiuto. Due settimane fa circa, in modo improvviso, si è gonfiato l’indice della mano dx. Non ho mai avuto dolore, solo un po’ di prurito in alcuni momenti. Ecografia ed esami hanno escluso problemi articolari (anche se un dottore pensava fosse capsulite) e, con antibiotico, è riuscito a sgonfiarsi quasi del tutto a parte un piccolo punto sotto l’unghia. Purtroppo stamattina il dito si è gonfiato nuovamente. Allora mi chiedo se, escludendo punture o colpi: 1) può essere una forma di giradito magari sottocutaneo? 2) essendo allergica al nichel, un anello vecchio o un contatto abbastanza prolungato con un oggetto in metallo può far scatenare un gonfiore? Allego la foto, sperando possa essere utile. Grazie mille!!
  18. Buongiorno, da qualche giorno mi è comparsa lesione a livello dell’asta del pene. Vale la pena fare test specifici o visita dermatologica? non ho nessun sintomo nè dolore. Grazie
  19. Buongiorno a tutti. In merito al rigonfiamento in foto di 20 giorni fa', Il medico mi ha fatto fare 6 giorni di antibiotico per bocca Augmentin 2 volte al di, e 15 giorni di gocce Rifocin mattina e sera sopra il gonfiore, di cui i primi 6 giorni abbinato ad un pediluvio con acqua e sale prima della medicazione. Essendoci rimasto ancora del gonfiore e arrossamento come nell'altra foto, mi ha prescritto Xioglican crema da mettere la sera prima di coricarmi per almeno 7/10 giorni. La mia domanda è questa: come mai nonostante gli antibiotici persiste ancora un po' di gonfiore/arrossamento con qualche fastidio, e se questo Xioglican che metto da 2 giorni potrebbe essere risolutivo. Grazie per la gentilissima attenzione.
  20. Salve a tutti, da un giorno ho riscontrato un gonfiore sospetto sull'asta del pene, sotto al glande. Non è doloroso, né dà prurito. Cosa potrebbe essere? Posso stare tranquillo o è meglio farmi visitare con urgenza? Sono un soggetto immunodepresso. Grazie
  21. Buongiorno a tutti. Innanzitutto tutto mi scuso se il mio linguaggio non è prettamente medico, essendo ignorante in materia vi chiedo comprensione. Spiego nel dettaglio la vicenda. Lunedì dopo una cena fuori, ho iniziato ad avere un fastidio verso l'inguine destra, come se lo sfregamento dello scroto mi avesse irritato, successivamente ho avuto un rapporto sessuale (non protetto) con la mia partner abituale, quella sera avendo iniziato senza prima essere sufficientemente lubrificati, ho iniziato a farmi male, dal lato destro del glande, essendo stato un rapporto un po violento, mentre lei era seduta su di me, si è piegata tanto che ho sentito un crack alla base del pene, la cosa non mi ha preoccupato particolarmente dato che spesso capitava che spingendo verso il basso il pene in erezione questo fatto succedeva ma quella sera è stato particolarmente sollecitato avendo continuato il rapporto fino alla fine. L'indomani (martedì) mi sono svegliato con un piccolo arrossamento ovale alla base del pene ed il glande un po indolenzito. Martedì non ho avuto rapporti sessuali tranne la giornaliera masturbazione e comunque con delicatezza, con comunque sempre un po di fastidio al glande e quel fastidio tipo sfregamento tra l'inguine destra, lo scroto e la base del pene (non dolore, ne bruciore) l'arrossamento ovale, alla base del pene, era comunque presente. Mercoledi' nel primo pomeriggio ho avuto un ulteriore rapporto sessuale sempre non protetto con la stessa partner, il dolore si è ripresentato ma stavolta è stato molto più delicato il rapporto e io ho cercato un inserimento più fluido. Il resto della giornata non ho avuto problemi, nonostante l'arrossamento alla base del pene, ieri (giovedì) nessun problema nonostante l'arrossamento sempre presente, e una masturbazione mattutina con delicatezza dato che internamente, proprio sotto il glande c'era un piccolo rigonfiamento. Stamattina il tutto è un po degenerato. L'arrossamento alla base del pene non tende a svanire e sembra più gonfio, sembra una pallina ovale, ma quando provo a toccare mi sembra di percepire che sia solo pelle gonfia senza nulla all'interno, al tatto non mi fa nemmeno troppo male, più che altro mi reca fastidio. Il prepuzio dal lato destro è molto gonfio è ha quasi ricoperto il glande. Internamente il Gonfiore non sembra troppo cambiato, eccetto che proprio sotto il glande, dove è presente il cosiddetto "filo" sulla destra vi è una piccola macchia o puntina bianca, che credo ieri non era presente. Alcune precisazioni. Il fastidio da sfregamento è iniziato prima dei rapporti sessuali con dolore. Non saprei determinare se il glande mi ha iniziato a fare male durante il rapporto o già all'inserimento. Non ho dolore urinando. Non ho dolore eiaculando. Non dolore toccando i rigonfiamenti. Non dolore abbassando interamente il prepuzio esponendo il glande. Nelle zone dove ho il fastidio da sfregamento lo ho quasi sempre durante l'atto di camminare, ho osservato con cura tutti i giorni e li non ho notato dolore, ne arrossamenti, ne rigonfiamenti. In questo momento possiedo solo estrema ansia e mi affido ai vostri pareri, vi allego qualche foto nella speranza di rendere l'idea. Scusate la lunga descrizione ma credo sia meglio dare un quadro chiaro e dettagliato della situazione.
  22. Buonasera scrivo per chiedere parere sulle immagini. Non so se l'arrossamento ed il rossore del meato uretrale sono normali o no. Non ho rapporti da circa 10 mesi. Ho cercato di fare le foto nel migliore dei modi. Grazie infinite in anticipo
  23. buonasera è da due giorni che sentivo un fastidio come un prurito sull'asta del pene. Oggi mi sono accorto di avere un gonfiore. Sembra come una puntura di insetto anche se mi sembra difficilie in quel punto. È arroossato e leggermente indurito , dall'ingrandimento è come se ci fosse un piccola lesione ma non ancora evidente. Ora che ci ho fatto caso è diventato piu sensibile, non fa male.ma è come sentire un brufolo sulla pelle del viso. se può essere utile non sono a casa mia e sto dormendo in un ambiente di vacanza, e sempre due giorni fa sul viso mi era comparsa una bollicina simile che poi e regredita. O solo applicato una crema lenitiva Weleda a base di calendula e zinco. Sul.glande e nelle altre zone intorno al pene mi sembra non ci sia nulla per il momento. O avuto fino a qualche giorno fa rapporti sessuali non protetti con partner abituale. (la macchia a sinistra è un neo 'storico') Mi consigliate qualche terapia? Si può capire cosa sia stato e capire di piu? vi ringrazio per la risposta e la disponibilità P.C.
  24. Buona sera, ultimamente dopo la doccia i miei occhi si gonfiano come si vede nelle foto. Inizialmente pensavo che fosse magari per qualche prodotto nuovo di skincare che utilizzavo ma ho fatto la prova per diversi giorni a non utilizzare nulla (nemmeno nessuna crema idratante super semplice) ma il problema persiste. Succede soprattutto la sera dopo la doccia. A cosa può essere dovuto? Grazie mille in anticipo, Chiara
  25. Buonasera, Da circa un mese si è formata un piccolo bozzetto sottocutaneo leggermente bluastro in corrispondenza di falangina e falangetta del pollice. Mi fa male alla digitopressione, invece riesco a piegare normalmente il dito. Non è migliorato nè peggiorato in questo periodo, al tatto sembra di consistenza solida non so a chi indirizzarmi e se si tratta di formazione cistica, problema vascolare o tendineo. Potete aiutarmi? Che approfondimenti dovrei fare? grazie in anticipo
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.