Jump to content
nanno2016

Cisti arcata sopracciliare

Recommended Posts

Gent.mo Professore,

Come già accennato in un altro post, mio figlio di tre anni e mezzo ha una cisti all arcata sopracciliare della quale ci siamo accorti a circa 7 mesi. Fino ad ora abbiamo monitorato con ecografie, anche perché diversi medici (pediatra, oculista, dermatologo) ci avevano consigliato di temporeggiare a causa dell'anestesia generale richiesta per l'intervento. Ora però gli stessi medicici ci stanno consigliando di farla rimuovere perché sta crescendo troppo. 

Mi ero convinta per l'operazione ma dopo la scoperta del mastocitoma mi sono fermata. Temo molto la reazione allergica all'anestesia.

La mia domanda è: è possibile una regressione spontanea? Cosa consiglia di fare? 

IMG_20200115_170448.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentile, considerando l'età dal bambino non penso si tratti di una cisti, potrebbe essere un Lipoma. La differenza è che una cisti si può estrarre mentre un lipoma va enucleato e ha peduncoli profondi che rendono difficile l'intervento in questa sede. Perso che vada riprogrammato il tutto. Un caro saluto Prof. M. Monti 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Citologico per cosa?Devo preoccuparmi? La prego, sono in ansia voglio vederci chiaro. L 'eco dice "in corrispondenza della tumefazione obiettivabile a carico della Regione sopracciliare destra si apprezza formazione anecogena con Fini echi iperecogeni a margini netti e senza segni di scolarizzazione, delle dimensioni di circa 1,4 *0,7 cm, in prima ipotesi a cisti sebacea con prevalenza di contenuto fluido".

Edited by nanno2016

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non penso si possa parlare di cisti "sebaea" ( il termina corretto è cisti infundibolare) perchè nei bambini le ghiandole sebacee sono non attive , per questo prima di arrivare ad un intervento chirurgico è consigliabile e prudente eseguire un agoaspirato per la valutazione del contenuto cistico che può confermare la citi "sebacea" o escluderla e portare ad un 'altra diagnosi e quindi trattamento. .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il referto che parla di margini netti e assenza di vascolarizzazione mi è stato detto essere rassicurante circa la benignita' e la facilità di intervento. Sottoporre il bambino ad ago aspirato sarebbe fortemente traumatico. Ora sono confusa, non pensavo a queste difficoltà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.