Jump to content
Zoe

Lifting non chirurgico

Recommended Posts

Gent.mo prof, ometto il nome della tecnica per evitare pubblicità ma gradirei il suo autorevole parere su questo tipo di trattamento che prevede anche la biorivitalizzazione con acido ialuronico. Grazie

xxxx è l’unico protocollo di trattamento approvato dalla FDA per il lifting non chirurgico di viso e collo e il ringiovanimento del décolleté.

Una sola seduta di trattamento stimola la naturale produzione di fibre collagene, le proteine che rendono la pelle tonica, levigata e compatta.

Il protocollo di trattamento
Il protocollo  inizia con un accurato esame dello stato d’invecchiamento della pelle. In base alla situazione di partenza e al risultato che il paziente desidera ottenere, viene elaborato un piano di trattamento individuando zone, profondità e intensità specifiche.

Il protocollo prevede, dopo la prima visita, una sola seduta di trattamento della durata di 30-90 minuti a seconda dell’area o delle aree da trattare. Il procedimento è simile ad un’ecografia: una speciale sonda a ultrasuoni viene fatta scorrere sulle zone da trattare grazie ad un apposito gel. Il fastidio è di norma moderato e dopo la seduta si può tornare alle normali attività quotidiane.

L’effetto lifting naturale
Con il passare degli anni la trama di sostegno della pelle si indebolisce generando la lassità cutanea che rende il volto stanco e invecchiato.

Gli ultrasuoni micro-focalizzati utilizzati nel protocollo arrivano in profondità in maniera mirata, concentrandosi esclusivamente in minuscoli punti. Qui si trasformano in calore e raggiungono la temperatura ideale per stimolare la produzione di nuove fibre collagene, le proteine strutturali della pelle che la rendono tonica e compatta. Sebbene alcuni cambiamenti siano visibili subito dopo la seduta di trattamento, i risultati veri arrivano con il susseguirsi delle settimane, man mano che il corpo riattiva la produzione delle fibre collagene e la pelle ritrova il suo naturale sostegno.

Perché xxxxx?

xxxx è l’unico protocollo di trattamento non invasivo in grado di arrivare in profondità, laddove la lassità cutanea ha origine. Prima di xxxx solo l’operazione chirurgica riusciva ad arrivare allo strato muscolare.

Il protocollo è effettuabile durante tutto l’anno e su qualsiasi tipo di pelle perchè gli ultrasuoni arrivano solo ed esclusivamente nei punti prescelti in profondità, senza interessare in alcun modo la superficie della pelle. Non ci sono problemi per chi si espone al sole o per chi ha la pelle scura o abbronzata.

Con xxx si ottengono sempre risultati estremamente naturali perchè il protocollo si basa sulla semplice riattivazione di un normale processo svolto dal nostro organismo: la produzione di fibre collagene. L’estrema personalizzabilità del protocollo consente di individuare per ogni paziente il piano di trattamento ottimale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentile,  il lifting non chirurgico può essere definito il grande imbroglio e ci si mette anche l'FDA ad imbrogliare le idee e la gente comune ( peraltro in campo dermatologico lo ha fatto  anche con le creme solari )  . Questo trattamento si basa , tramite ultrasuoni focalizzati, sullo sviluppo interno di forte calore esattamente come  fanno gli altri strumenti termici ( laser, Radiofrequenza, Luce pulsata, Plexer ecc) che fanno contrarre le fibre del collagene riscaldate ( effetto detto "a bistecca sulla griglia")   e creano così un danno strutturale, purtroppo irreversibile, che si traduce in un primo momento in una "tonificazione " della pelle come conseguenza dell'accorciamento dell fibre collageniche surriscaldate, e in seguito ad un invecchiamento precoce. Infatti non è solo questione di fibrosi dermica ,come la maggioranza delle persone pensano, ma anche di danni a vasi sanguigni, nervi,  e cellule staminali e altro. Il calore a eccessivo non risparmia alcuna struttura biologica.  I medici che propongono questi trattamenti termici sono quindi per la maggioranza imbroglioni ? No sono per la maggioranza ignoranti ( di quello che stanno facendo e delle conseguenze) Quindi nessun piano di trattamento personalizzato e nessuna biorivitalizzazione, tutte parole vuote tipiche del marketing in questo campo che ormai tutti dovrebbero imparare a rifiutare. Un caro saluto Prof. M. Monti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Prof. per l'utilissimo chiarimento. Quindi l'estrema ratio, quando si superano i 50/60 anni e si voglia un miglioramento del tono e dell'aspetto cutaneo, rimane la chirurgia estetica. Un po' come ha fatto Milly Carlucci per intenderci. Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

quando si superano i 50/60 gradi le proteine delle cellule coagulano in modo irreversibile, come fa l'uovo in padella. Alla chirurgia estetica però ci si arriva eventualmente all'età di  Milly ( 65),  prima occorre far lavorare la pelle che è ancora giovane e responsiva. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.