Jump to content
Anna84

Dermatite

Recommended Posts

Gentili medici del Dermaclub,

avrei bisogno del Vs gentile aiuto, se possibile, perché con le cure prescrittemi non sortisco miglioramenti e mi sento piuttosto sfiduciata verso le stesse. Seguo da molto il vostro sito ma non avevo il coraggio di scrivere. Cercherò di inserire più dati possibili perché non so cosa sia rilevante.

Sono una donna di 36 anni. Ho avuto in passato un paio di episodi di macchie secche ruvide e rossastre nella pelle del corpo (una alla nascita curata con una crema che ignoro e un'altra da grande passata senza far nulla dopo un po' di mesi) e da sempre prurito dopo la doccia risolto con detergenti più delicati. Mai niente di eclatante in tanti anni insomma. Ad ogni modo mi hanno detto (recentemente per gli ultimi sviluppi) che quelli erano segni di atopia. Ho un carattere ansioso e frequenti stati depressivi, cicli di sonno a volte scombinati e vivo spesso periodi stressanti ma seguo un’alimentazione estremamente sana e variata ed essendo diffidente verso i farmaci li uso raramente.

Tra novembre 2019 e febbraio 2020 mi son sottoposta a qualche seduta di laser Palomar frazionato non ablativo per attenuare qualche rughetta (so già che mi “sgriderete” ma a ripensarci ci sto già male da sola). Ho avuto durante tutto il 2020 qualche problema di fotosensibilità con gli occhi (a volte sopportabile a volte così forte da costringermi a stare con gli occhi chiusi e vivere con piccole fonti di luce). A settembre 2020 dopo aver dovuto usare una fp2 per un paio d’ore gli occhi si sono gonfiati moltissimo e la luce è divenuta intollerabile facendoli bruciare e lacrimare. Il farmacista ha detto che era visibilmente una reazione allergica che ho risolto con collirio antistaminico in un giorno. Sebbene la pelle attorno agli occhi abbia continuato a restare un pò gonfia e rossa per qualche giorno. L’oculista ha già escluso blefarite e qualunque cosa grave additando come possibili cause il fatto che il mio lavoro si svolga al computer e a muffe o altri fattori ambientali durati fino a metà 2020.

A novembre percepisco pizzicare lievemente la pelle sotto gli occhi con una protezione solare Roc chimica e non testata. Stupidamente non capisco subito e continuo per un po' finché sempre a novembre mi accorgo che la pelle sotto gli occhi è cambiata (sotto ogni occhio una chiazza di colore un po' diverso con tante grinzette sottili e ravvicinate). Una singola notte (sicura al 100% che sia UNA) stupidamente mi faccio convincere a mettere sotto gli occhi “Sintotrat idrocortisone acetato 0,5%” (avrò fatto danni con una sola volta? Spero di no…) Inizialmente (per telefono e senza vedermi) il medico di base (che è anche dermatologo) mi dice di metterci Biofluid palpebrale per una settimana e che assolutamente acqua e detergente solito non possono farmi niente di male. Nessun miglioramento e anzi la pelle si grinzisce anche su una parte (verso l’interno vicino al setto nasale) delle palpebre superiori. Da inizio dicembre un altro dermatologo mi vede, mi visita e dice che sono “gli esiti, in risoluzione, di una dermatite” e che devo continuare con la Biofluid e da allora lavo “a secco” con detergente Biofluid senza risciacquo. In seguito noto che si secca in modo anomalo dopo aver pizzicato con una crema anche la pelle della fronte. Da allora uso Cicaplast sul viso e Biofluid negli occhi e lavo tutto a secco. Ogni tanto quando finisco qualcosa uso olio di cocco (poi ho scoperto che era pieno di nichel e non avrei dovuto). Per un periodo mi viene anche data Lipiol da mettere su tutto il viso compresi gli occhi e mi viene perfino diagnosticata una dermatite seborroica (ma mi hanno guardata al buio e con crema untuosa sulla faccia).

In mezzo a tutto ciò mi viene anche prescritto altro cortisone che per fortuna NON uso perché ho il terrore (Betabioptal).

Non ottenendo miglioramenti per contorno occhi e fronte a inizio febbraio mi hanno mandata da un altro dermatologo. Oltre al resto quando mi ha visitata avevo dei sintomi nuovi: le orecchie in fiamme e il collo rosso e pruriginoso e degli sfoghi rossi ruvidi e pruriginosi sulle tempie. Mi ha detto di lavarmi ad acqua con Lenus olio detergente, di applicare Rilastil Difesa crema sterile, di fare un mese di antistaminico per via orale e di mettere Advantan sulle tempie (prima settimana tutte le notti, seconda settimana una notte sì e una no, terza settimana una notte sì e due no), mi ha detto che sono atopica e allergica al nichel e mi ha dato una dieta privativa povera di nichel. Io sono sfinita e demoralizzata così seguo tutto alla lettera nonostante con questa dieta mangi cibo molto meno sano di quello che ho mangiato fino ad allora. Sono terrorizzata dal cortisone e mi sembrava eccessivo perché non stavo così male ma l’ho messo comunque sulle tempie perché suggestionata dal fatto che la dottoressa sapesse ciò che faceva etc… e ho notato che mi ha lasciato due macchie più chiare. In seguito a metà marzo mi ha cambiato la crema con Dermaffine AI (un prodotto estremamente oleoso che mi ha reinfiammato gli occhi e creato delle spaccature più profonde) e per porre “rimedio” mi ha detto di applicare cortisone ma io NON l’ho messo.

Sempre da novembre/dicembre 2020 ho notato anche anomalie che ancora perdurano nelle mani e nei piedi: tante lineette nelle dita e dei reticolati nei palmi e nei plantari ed alcune piccole bollicine ai lati delle dita.

Dalla notte tra 31 marzo e 1 aprile non bagno e non applico nessun prodotto su viso, contorno occhi e collo. Cosa altro posso fare? Lasciar seccare tutto aumenterà le rughe? Sul contorno occhi resteranno danni permanenti? Vedo che si son formate negli ultimi tempi anche linee orizzontali… è un brutto segno? È normale come si secca che sembri un reticolato? Lasceranno segni? Ho terrore sia troppo tardi soprattutto per la zona occhi per il risultato pulito che forse avrebbe dato la desquamazione fatta subito se avessi evitato di farmi suggestionare dai vari dottori. Considerando le crepe più profonde date dalla dermaffine mi converrebbe prima di lasvir seccare e desquamare cercare di rimpararle con qualche crema (onde evitare che sia troppo tardi e che dopo tutto il seccare restino in modo permanente)? Come posso porre rimedio? E considerato che l’idrocortisone acetato è stato applicato sul contorno occhi solo UNA singola notte a novembre che tempi di guarigione posso preventivare? Avrò fatto danno per così poco? Posso rimediare in qualche modo ai danni alle tempie? Ho letto dell’olio di emù… Sarebbe valido nel caso, usato anche più avanti? Vi allego le foto anche se son fatte all'aperto e la situazione forse è appiattita dalla luce del giorno e sembra meno peggio di com'è. Anche se sulla fronte non si nota molto in foto è rinsecchito anche lì: c'è come una chiazza grande centrale più scura e secca... che devo fare?

Perdonate il “romanzo” e soprattutto l’eccessivo disturbo… So che le mie non sono cose gravi e anzi sciocchezze ma mi hanno davvero buttata giù di morale questi mesi. Vi sarò profondamente grata per ogni forma di aiuto o consiglio.

Cordiali Saluti,

Anna

IMG_1981.JPG

IMG_1987.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentile, non bagnare mai l'area palpebrale e non applicare alcun prodotto , la guarigine è spontanea. La pelle secca non fa venire le rughe anzi fa bene perchè la fa rigenerare ma se ti da fastidio puoi applicare di tanto in tanto Unguento Emolliente Estremo. Anche al volto e  corpo cerca di diradare al massimo  i lavaggi e quando puoi iniza ad esporti al sole. Un caro saluto Prof. M. Monti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentile dottor Monti,

la ringrazio tantissimo per la gentile risposta. Poiché tanto per il momento sono chiusa a casa per lavoro ne sto approfittando per cercare di seccare anche fronte e collo. La desquamazione promette bene sul collo ma per occhi e fronte nonostante sia passata una settimana ancora non mi sembra di vedere progressi. Più o meno quali reputa potrebbero essere i tempi di recupero (o di desquamazione completa) considerando che sotto gli occhi l'idrocortisone acetato è stato applicato UNA singola notte a novembre. Ritiene inoltre possa aver fatto danni come atrofia etc per una notte? Posso rimediare nel caso ai danni? Posso accelerare in un qualche modo la desquamazione su qualcuna delle parti (viso o contorno occhi)? Attraverso un peeling ad esempio? Inoltre poiché sotto un occhio le crepe date dalla dermatite sembrano essere particolarmente profonde e nette (per una infiammazione creata dalla crema data dalla dermatologa...) c'è qualcosa che possa fare già da adesso per evitare che restino segni (dopo l'avvenuta desquamazione)? So che sembra sciocco ma per me sarebbe davvero importante a livello psicologico non avere segni permanenti... Perciò le sarei grata per qualsiasi consiglio che possa portarmi a non avere segni residui. Un integratore per la pelle preso adesso - mentre aspetto che la pelle si rigeneri e squami - potrebbe servire a tal scopo? In tal caso quale? O cosa altro potrei fare?

Ps. Sono molto interessata ai prodotti Most che consiglia spesso sul forum ma avrei bisogno di sapere se sono testati per il nichel perché mi hanno detto che sono allergica... Se applicassi l'unguento estremo adesso renderei più lenta la desquamazione e guarigione?

Pps. Poiché purtroppo sulle tempie in piccole chiazze misi Advantan prescrittomi dalla dermatologa. C'è qualche modo nel quale potrei rimediare agli eventuali danni? Dopo quanto tempo causa atrofia? 

Scusi per le tante domande, e, se non sono caduti in prescrizione, tanti auguri per le feste anche se in ritardo :-)

Cordiali saluti, Anna

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.